Lunedì, 30 Agosto 2021 21:22

Cykelvänlig Skola, il nuovo progetto svedese per promuovere la ciclabilità nelle scuole!

Scritto da

Cykelvänlig Skola significa scuola a misura di bicicletta o scuola amica della bicicletta, o per chi ama gli anglicismi scuola bicycle-friendly. Questo è il nome del nuovo progetto a livello nazionale promosso da Svenska Cykelstäder* e sostenuto anche da Svensk Cykling** e Cykelfrämjandet***. Il progetto è partito ufficialmente il 16 agosto, con l’inizio dell’anno scolastico, e comprende l’apertura di un sito dedicato e di un concorso nazionale per le scuole.

Le premesse da cui si parte sono per esempio che ogni bambino ha bisogno di almeno 60’ al giorno di attività fisica, che più del 60% dei bambini tra i 10 e i 12 anni vive a meno di 2 km dalla propria scuola, oppure che il 44% dei dirigenti scolastici sostiene che i genitori che accompagnano a scuola in auto i propri figli sono la principale causa di incidente stradale nei pressi delle scuole, a discapito proprio degli alunni! Andare a scuola in bici migliorerebbe la condizione di salute di bambini, genitori e personale scolastico. Anche altri aspetti avrebbero giovamento, per esempio la capacità di concentrazione aumenterebbe, l’ambiente scolastico sarebbe più salutare e sicuro, l’indipendenza e la fiducia in sé stessi dei bambini si rafforzerebbe, andare a scuola in bici in gruppo sarebbe vissuta come un’esperienza divertente con conseguenze positive anche sull’ambiente scolastico. 

                                  cykelvänligskola1

Come detto il progetto è partito con il lancio del nuovo sito https://cykelvanligskola.se/ che, oltre a contenere informazioni generali e materiale per la promozione, include una sezione chiamata “Cassetta degli attrezzi” che sarebbe metaforicamente un contenitore pieno di strumenti per aiutare le regioni, i comuni, i dirigenti, il personale scolastico e i genitori a lavorare per migliorare la/le propria/e scuola/e da un punto di vista della mobilità ciclistica. Questa “cassetta” contiene per esempio progetti già esistenti e che hanno dato buoni frutti; quindi il senso è quello di dare fonte di ispirazione e idee a chi vuole far partire un progetto nella propria scuola (o nel proprio comune).

Per esempio un insegnante può trovare materiale didattico o ispirazione su come inserire la ciclabilità nell’insegnamento della propria materia. Il personale scolastico può trovare consigli su come migliorare la comunicazione con le famiglie riguardo progetti di ciclabilità o idee su attività da organizzare durante l’anno scolastico. Un dirigente può invece prendere spunto su come promuovere l’uso della bici tra il personale scolastico. L’ufficio tecnico di un comune può trovare idee su come fare e attuare un piano d’azione per migliorare la sicurezza stradale nei pressi delle scuole, ma anche idee per attuare progetti più grandi come quello della Barntrafikskolan di Helsinborg di cui vi ho già parlato (http://www.fiabtigullio.it/j3/component/k2/item/123-barntrafikskolan-educazione-stradale-per-bambini-il-nuovo-articolo-dalla-nostra-inviata). Un genitore può trovare spunti su come insegnare la sicurezza stradale ai propri figli giocando e divertendosi oppure informazioni e suggerimenti su come far partire un progetto di bicibus nella scuola dei propri figli.

cykelvänligskola2

Cykelvänlig Skola è anche un concorso, al quale possono partecipare tutte le scuole sul territorio svedese: ogni scuola, dopo aver nominato un referente (che può essere un genitore, un dirigente, un insegnante…), procede con la registrazione online. Durante la registrazione verrà chiesto di spuntare una lista di criteri che descrivono quanto la scuola, al momento dell’iscrizione, sia “cykelvänlig” (ovvero a misura di bicicletta). Il passo successivo è quello di creare un piano d’azione concreto, anche con l’aiuto della suddetta “Cassetta degli attrezzi”, per migliorare le condizioni di ciclabilità della scuola. I passi avanti e quindi i nuovi criteri raggiunti si possono poi documentare entro una data termine, dopo la quale verranno assegnati il premio per la scuola più a misura di bici e quello per la scuola che ha dimostrato più coinvolgimento e creatività nel progetto. Svenska Cyklestäder offre anche la possibilità di supporto gratuito a tutte le scuole che partecipano al concorso, per esempio aiutando le scuole che vogliono iniziare un dialogo con l’ufficio tecnico del comune per modificare la circolazione nella zona antistante la scuola, oppure dando materiale informativo da distribuire o idee per sviluppare attività ludico-didattiche collegate al progetto.   

I criteri di cui scrivevo prima sono stati divisi in 5 livelli (da 1 a 5 stelle). Ogni scuola deve soddisfare almeno 6 criteri (su 10 o 11 totali per ogni livello) per poter passare al livello successivo. Vi mostro nella foto qui sotto i criteri dei primi due livelli, 1 e 2 stelle. 

criteri

 Per il primo livello ci sono per esempio i seguenti criteri:

  • La scuola partecipa al concorso e mostra un interesse a promuovere la ciclabilità.
  • Presenza di piste ciclabili e/o zone 30  che conducono alla scuola.
  • Presenza di ciclo-posteggi nei pressi della scuola.
  • La scuola ha l’ambizione di aumentare il numero di alunni che vanno a scuola in bici.
  • La scuola ha l’ambizione di aumentare il numero di dipendenti che vanno a scuola in bici.
  • La scuola ha aperto un dialogo con l’ufficio tecnico del comune (o chi di competenza) per migliorare la situazione del traffico nei pressi della scuola.
  • La scuola informa attivamente sui benefici e incoraggia genitori e famiglie a optare per una mobilità attiva e sostenibile, informa le famiglie e i genitori su quali attrezzature siano necessarie agli alunni per raggiungere la scuola pedalando in piena sicurezza (casco, luci, giubbini ad alta visibilità…).
  • Presenza di almeno una pompa per gonfiare le gomme. La pompa deve essere di facile utilizzo e deve essere ben segnalata così che chi ne avesse bisogno la possa trovare facilmente.
  • Presenza di almeno un referente nella scuola (genitore, insegnante, alunno…) che sia responsabile delle comunicazioni riguardanti la ciclabilità o la promozione del progetto.
  • Possibilità, per alunni e personale, di riporre il proprio caschetto in un posto adeguato e sicuro durante tutto l’orario scolastico.
  • Non ci sono regole della scuola che impediscono agli alunni di raggiungere la scuola in bici, per esempio in base all’età o all’anno scolastico. 

criterie

 La foto qui sopra invece vi mostra i criteri per raggiungere il livello più alto, 5 stelle:

  • Presenza di ciclo-posteggi che diano la possibilità di legare il telaio della bici, anche di diversi tipi di bici, per esempio di diverse dimensioni. Il ciclo-posteggio è sicuro, illuminato e senza angoli nascosti. Il numero di posti soddisfa la necessità di posti bici, si trova a meno di un minuto a piedi dalla scuola e non c’è bisogno di attraversare una strada trafficata tra il ciclo-posteggio e la scuola.
  • La scuola possiede biciclette speciali e attrezzature che permettono il trasporto di materiale, attrezzatura o addirittura alunni (per esempio cargo-bike, carrellini, bici pieghevoli…). Le bici sono in buono stato e durante il periodo invernale sono fornite di gomme adatte.
  • La scuola partecipa al concorso Cykelvänlig arbetsplats**** per migliorare le condizioni di ciclabilità per il personale.
  • La scuola organizza almeno due eventi all’anno per promuovere la mobilità attiva e sostenibile.
  • E’ previsto l’inserimento di laboratori di manutenzione della propria bici per gli alunni durante l’orario scolastico.
  • Almeno un’attività legata alla ciclabilità viene seguita e valutata in base agli effetti conseguiti in relazione agli obbiettivi preposti. La valutazione viene poi utilizzata per migliorare il lavoro di promozione e informazione e raggiungere più e/o maggiori obiettivi in futuro.
  • Il personale dirigente raggiunge la scuola a piedi o in bici il più possibile e si muove a piedi o in bici anche per spostamenti di lavoro quando possibile.
  • La scuola ha effettuato uno studio sull’ambiente esterno nei pressi della scuola per quanto riguarda la sicurezza. Dopo aver effettuato lo studio sono stati pianificati degli interventi per migliorare le condizioni di sicurezza.
  • La scuola ha degli obiettivi concreti che riguardano la mobilità attiva e sostenibile, per esempio aumentare la percentuale di alunni che raggiungono la scuola in bici. Gli obiettivi sono seguiti e i miglioramenti monitorati, così da poter porre dei nuovi obiettivi.
  • La scuola possiede un budget annuale da investire in attività e progetti legati alla mobilità attiva e sostenibile.
  • C’è una pompa compressore che rende il gonfiaggio delle gomme semplice ed efficace. La pompa deve essere visibile e facile da utilizzare, con chiare istruzioni per tutti.

Il progetto è appena partito e quindi non so dirvi quante scuole parteciperanno al concorso quest’anno, ma mi terrò sicuramente aggiornata e magari più avanti vi racconterò come sarà andata. Personalmente mi sembra un progetto ambizioso e molto importante, spero vivamente che dia dei buoni risultati! Attualmente sto studiando proprio per diventare insegnante qui in Svezia e se tutto va bene fra un paio d’anni potrò anche io partecipare al concorso e contribuire come insegnate della mia futura scuola a una maggiore mobilità attiva e sostenibile! Almeno lo spero! :-)

Grazie per il tempo che dedicate alla lettura dei miei articoli… e se non li aveste ancora letti tutti, li trovate qui (http://www.fiabtigullio.it/j3/component/k2/itemlist/user/803-violadecarlo).

Sempre sui pedali, Viola.

_______________________________________________________________________________________________________________________________________________________

* Svenska Cykelstäder è un'associazione di comuni e regioni che lavorano intenzionalmente per una maggiore e più sicura mobilità ciclistica. I membri regolari sono 35 comuni svedesi e 6 regioni che vogliono rendere il ciclismo quotidiano più attraente.

****Svensk Cykling è un’organizzazione di settore per rivenditori, produttori e importatori di biciclette. Uno dei suoi scopi è di lavorare sulla formazione dell’opinione pubblica per spingere più persone possibili a pedalare più spesso.

*** Cykelfrämjandet, nata nel 1934, è il corrispettivo della FIAB italiana in Svezia.

****Cykelvänlig arbetsplats è un tipo di iniziativa che diversi comuni e regioni intraprendono ogni anno. Probabilmente sarà argomento per un mio prossimo articolo, ma brevemente si tratta di solito di concorsi dove aziende pubbliche e private gareggiano per vincere il premio di “Luogo di lavoro a misura di biciletta”.

 

Ultima modifica il Lunedì, 30 Agosto 2021 21:29