Eventi

Eventi (38)

Mercoledì, 29 July 2020 09:17

LA VIA DELLE VILLE - domenica 2 agosto h 9.00

Scritto da

Facile tour in bicicletta per scoprire le residenze di villa delle famiglie "magnifiche" che hanno abitato Sestri Levante e vi hanno impiantato le loro attività produttive

Lunedì, 27 July 2020 10:04

5 TERRE BIKENIGHT - sabato 1 agosto h 19.30

Scritto da

Ritorna 5 TERRE BIKENIGHT una fantastica pedalata al chiaro di luna da La Spezia a Sestri Levante lungo la Via alta delle Cinque Terre

Iscrizione entro MERCOLEDI 29/7 scrivendo a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Tutte le informazioni nella scheda allegata

 

Un percorso facile di km 30 circa (A/R). Il dislivello è di 50m circa. Utilizzabile qualunque bici.

Itinerario: si percorre la ciclovia dell’Ardesia da Lavagna fino a Carasco e si procede poi sulla strada provinciale fino a Conscenti. Sosta nel paese per visita e acquisto dei prodotti naturali che i contadini della valle vendono direttamente al pubblico: verdure e frutta, vino, olio e miele, formaggette e salumi, erbe aromatiche e uova di galline ruspanti.

Vedi SCHEDA qui sotto
 
 
Pedalata alla scoperta della tradizione marinara sestrese: dai luoghi dei pescatori di Sestri Levante ai cantieri navali.
 
Punto di ritrovo: MuSel - Corso Colombo, 50
Inizio attività: 9:30   termine: 12.30
Costo: 7,50 adulti - 5,00 bambini (fino 12 anni)
È garantita l'assicurazione ai partecipanti
Si consiglia l'utilizzo del caschetto 
 
Prenotazione obbligatoria entro le 13 del giorno precedente Tel. 0185-478530 Mail. Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 
 

a cura di Cristina Sala, referente FIAB Imperia (sezione di Fiab Tigullio)

 

A maggio, complice il Bonus Bici, c’è stato un boom di vendite di biciclette in Italia ma anche in Europa. Possedere una bicicletta è il primo passo verso una mobilità più sostenibile, ma da solo potrebbe non bastare.

Uno degli ostacoli alla diffusione della mobilità ciclistica, infatti è la non-sicurezza. È diffusa la paura di muoversi sulla strada soprattutto quando non si è abituati a farlo, e l’Italia deve recuperare per quanto riguarda le infrastrutture ciclabili.

Andare in bici è intrinsecamente sicuro, è una delle attività motorie/sportive con il tasso di infortuni più bassi, rispetto al numero dei praticanti.

Ma la sicurezza della bicicletta si riduce nei fatti e nella percezione, a causa del traffico stradale.

E questo vale anche per chi cammina, altra attività sicura che lo diventa meno, in aree trafficate.

È necessario quindi migliorare la sicurezza di chi si sposta in bici, ma come?

Anche se può suonare strano, è proprio l’aumentare dei ciclisti, che determina la sicurezza dei ciclisti stessi.

Perché? Il motivo è semplice.

Noi tendiamo a vedere quello che ci aspettiamo di vedere.

Se il ciclista diviene una “presenza attesa” allora i conducenti delle auto diventano più consapevoli e migliora la loro capacità di anticiparne la presenza nel traffico.

Quindi tanti ciclisti in strada, modificano l’aspettativa sociale, l’automobilista cambia prospettiva, rallenta, e il risultato è una maggiore sicurezza per tutti.

Anche la città se considera il ciclista una “presenza attesa” inizierà a modificarsi sulla base di questa presenza.

Lo dimostrano Olanda, Danimarca e Belgio, i paesi con il più alto numero di ciclisti e il più basso numero di morti.

A Copenhagen tra il 1995 e il 2006, la ciclabilità è aumentata del 44%, con il 36% di pendolari che usano la bicicletta, e gli incidenti (gravi e mortali) sono diminuiti del 60%.

L’aumento delle biciclette ha aumentato in generale la sicurezza stradale.

In Olanda la spinta a realizzare infrastrutture per la mobilità ciclabile arrivò proprio a seguito del boom dell’espansione dell’automobile.

Nel 1971 morirono 700 bambini in incidenti stradali e nacque un movimento chiamato “Basta alla morte dei figli”.

Questo movimento esercitò una tale pressione sul governo da imporre da quel momento grandi investimenti sulle piste ciclabili, che hanno fatto dell’Olanda il paradiso dei ciclisti e ridotto drasticamente gli incidenti mortali.

La mobilità è un diritto, renderla efficiente e sicura è un dovere.


La formula ce l’abbiamo: più ciclisti uguale più sicurezza. Semplice… come andare in bicicletta

Lunedì, 25 May 2020 07:13

BONUS BICI: tutto quello che c'è da sapere

Scritto da

Cerchiamo di rispondere alle numerose domande di chi è interessato ad utilizzare il BONUS BICI previsto dal DL Rilancio del Governo.

Come FIAB Tigullio ci auguriamo che questo incentivo serva ad aumentare il numero delle persone che usano la bicicletta per muoversi.  

Sentiamo parlare in questi giorni di corsie ciclabili, piste ciclabili, bike lane ed è facile fare confusione.

Il termine bike lane è stato abbandonato e quindi non lo useremo più. 

Per fare chiarezza sull'argomento pubblichiamo una chiara scheda redatta dal Gruppo Tecnico FIAB

Lunedì, 18 May 2020 08:49

LA CICLOFFICINA HA RIAPERTO

Scritto da

La ciclofficina di Fiab Tigullio Vivinbici ha riaperto per dare ASSISTENZA ai tanti che vogliono riutilizzare la propria bici ferma da mesi, a chi cerca una BICI d'OCCASIONE, a chi vuole DONARE una bici che non usa, a chi cerca INFORMAZIOINI su BONUS BICI e come muoversi in bici.

Siamo in VIALE DANTE 132H a SESTRI LEVANTE (Ge) e aperti il MARTEDI e GIOVEDI dalle 16 alle 19 su appuntamento telefonando a Marco 339 102 9558 oppure a Piero 347 308 9963 

 

Lunedì, 04 May 2020 11:50

RIAPERTURA CICLOFFICINA

Scritto da

Consideriamo importante in questa fase di “ripartenza” dare assistenza a chi, apprezzabilmente, sceglie di usare la bicicletta per gli spostamenti

Pertanto abbiamo deciso di riaprire la nostra ciclofficina in Viale Dante 132H

Lo faremo da martedì 5 maggio con queste modalità:

MARTEDI e GIOVEDI dalle 16 alle 19 SOLO su appuntamento telefonando a Marco 339 102 9558 o a Piero 347 308 9963

Sabato, 02 May 2020 15:58

La nuova campagna FIAB #PRIMALABICI

Scritto da

Dal 4 maggio inizia gradualmente la Fase 2 ed ecco il messaggio CASA-LAVORO, PRIMA LA BICI!, per valorizzare i tanti vantaggi per chi si muove sulle due ruote negli spostamenti bike-to-work. La bicicletta è il mezzo più sicuro per sé e per gli altri, permette sia il distanziamento tra le persone sia l’alleggerimento del traffico. Inoltre contribuisce alla salute individuale e collettiva perché permette di fare movimento per rimanere in salute e riduce l’inquinamento atmosferico che pare correlato alla vulnerabilità al Covid-19.

Pagina 1 di 3